giovedì 21 agosto 2014
 
Mettersi in proprioAprire un centro estetico
  Login    

  

  

messaggio dal cuore

  
tags: come, aprire, un, centro, estetico
   
  
   

Come aprire un centro estetico

  

   

I centri estetici nascono con lo scopo di soddisfare il desiderio sempre crescente di benessere e relax.
Sono sempre di più, infatti, le persone che avvertono il bisogno di sentirsi in forma e bene con se stessi e si sottopongono a trattamenti quali massaggi, lampade, fanghi, eccetera.

Secondo i dati di Movimprese, negli ultimi anni i centri benessere hanno avuto un tasso di crescita del 70% negli investimenti. Aprire un centro benessere può, quindi, rappresentare una fonte di successo. E' questo il motivo per cui i centri estetici sono sempre affollati e potenzialmente possono offrire ottimi risultati dal punto di vista economico, considerando anche l'ampia fascia di età dei potenziali clienti.
Ad essere interessati al proprio aspetto fisico, inoltre, non sono più solamente le donne come avveniva negli anni addietro, ma anche gli uomini, che oggi tengono particolarmente alla propria persona ed al proprio benessere psicofisico. 

Nei centri estetici (o centri benessere) anche l'arredo svolge un gioco fondamentale nel creare la giusta atmosfera, trasmettendo al cliente una piacevole sensazione di armonia e rilassamento e permettendogli di trascorrere alcune ore in totale relax.

I requisiti fondamentali per la fidelizzazione di un cliente sono perciò la qualità dei trattamenti e dei macchinari, un personale qualificato e cordiale, una garanzia "soddisfatto o rimborsato", la possibilità di ottenere pagamenti dilazionati, e l'offerta di qualche vantaggio in più rispetto alla concorrenza.

Al giorno d'oggi questo tipo di attività garantisce un livello di guadagno notevolmente superiore alla media anche se i costi richiesti per l'investimento sono sicuramente alti.

Requisiti

Per aprire un centro benessere, è importante seguire alcuni accorgimenti. 
E’ infatti necessario aver conseguito il diploma di estetista
Qualora non si possieda tale diploma, è possibile frequentare un corso regionale di qualificazione (che dura due anni) ed uno di specializzazione, che può essere sostituito con uno stage di un anno all’interno di un centro estetico, per acquisire maggiori competenze. Dopo aver terminato questo periodo di formazione, è necessario sostenere un esame di abilitazione davanti ad una commissione regionale al fine di poter ottenere il diploma di estetista. 
Successivamente occorre iscriversi alla Camera di Commercio sotto la voce "imprese artigiane".

Investimento

L' investimento per l' acquisto delle attrezzature ed i costi annui di gestione possono variare di molto a seconda dei servizi offerti.
Quando si sceglie di aprire un centro estetico ci sono due possibilità: partire da zero oppure affiliarsi ad una catena in franchising. 
Questa seconda opzione è sicuramente preferibile se si ha scarsa esperienza nel settore e si preferisce fare affidamento su un marchio conosciuto.

Nel caso si decida di aprire l'attività non in franchising si dovrà procedere ed eseguire tutte le pratiche riguardanti l'iter burocratico, tra cui la richiesta di idoneità igienico sanitaria alla Asl del comune di residenza.
In alcuni casi sono previsti dei finanziamenti a fondo perduto per le nuove imprese creative o innovative o per l'imprenditoria femminile. Per maggiori informazioni e per prendere visione dei bandi è consigliabile rivolgersi alla Camera di Commercio.

Altre idee per mettersi in proprio 

Condividi questa pagina

  Condividi su Facebook!

   

 
 

    

Copyright (c) - Come-si-fa.it
Condizioni d'Uso | Dichiarazione per la Privacy